Vestiti bambina con fantasia: migliori prodotti di Maggio 2021, prezzi, recensioni

I vestiti sono uno degli indumenti più amati dalle bambine. Grazie all’estrema versatilità d’impiego, essi si prestano ad essere indossati in numerose occasioni. Del resto, basta scegliere di volta in volta dei complementi giusti e si può sfruttare lo stesso vestito anche in stagioni diverse. Vediamo quali sono i prodotti dalle fantasie più apprezzate, le marche che propongono gli assortimenti migliori e le relative fasce di prezzo.

Un capo pratico e versatile

I vestiti più fantasiosi sono con ogni probabilità quelli in cotone, pensati soprattutto per i mesi dal clima più mite. Capita però, molto spesso, che una bambina si affezioni così tanto ad uno di questi indumenti, da volerlo indossare anche fuori stagione. Con una T-shirt a manica lunga, e delle calze più pesanti o dei leggins al di sotto, è un’opzione assolutamente possibile. D’altra parte, perché rinunciare ad un capo che fa sentire comode ed anche, in un certo senso, eleganti?

Il modello di vestito più semplice da sfruttare a tal proposito, è quello smanicato con la  gonna generalmente liscia o a balze, che arriva appena sopra al ginocchio.

Gli abbinamenti possibili

Se il vestito é senza maniche e presenta una scollatura generalmente ampia, esso consente d’inserire comodamente un altro capo al di sotto (magari anche con un confortevole collo dolcevita). L’indumento sottostante deve però richiamare, nel colore, uno dei motivi dominanti della fantasia principale. Fantasia che può interessare anche la parte della gonna, o fermarsi al corpetto superiore. Al di là che la gonna sia a fantasia, o preveda un semplice tono su tono (frequente soprattutto nella versione a balze), essa permette un abbinamento facilitato sia con i collant che con i pantaloni. Purché, naturalmente, questi richiamino la stessa fantasia, o perlomeno, i medesimi giochi cromatici della gonna.

Nulla vieta, ad ogni modo, di poter operare stratificazioni ed abbinamenti anche con dei modelli di vestito pensati per la mezza stagione e provvisti, quindi, di maniche lunghe. Soprattutto se queste sono lisce e non particolarmente pesanti.

Le fantasie più diffuse

Andando alle fantasie, quelle più amate dalle bambine piccole sono sicuramente quelle a tema fiabesco o favolistico. In particolare, tra i soggetti più diffusi, abbiamo diversi animali fantastici (gli unicorni su tutti) e le principesse (soprattutto quelle che popolano il mondo Disney). Le predilette di questo genere sono sicuramente Anna ed Elsa, le regine indiscusse di “Frozen – Il Regno di Ghiaccio”, film d’animazione Premio Oscar diventato, in brevissimo tempo, un grande classico dell’infanzia in rosa.

Le bambine un pochino più grandi propendono invece per le fantasie floreali, dall’intramontabile fascino romantico e senza tempo. Non mancano, per tutte le età, neppure le fantasie geometriche. Queste si esprimono per mezzo di righe e pois, presenti soprattutto nelle collezioni primavera – estate, e di quadri, elemento caratterizzante delle collezioni autunno – inverno.

I colori che animano questi motivi decorativi sono i più svariati. L’unica differenza è data dalla gradazione cromatica, che vira verso i toni pastello negli abiti pensati per la stagione primaverile e per quella estiva. Mentre le tinte più calde ed accese la fanno da padrone nei mesi invernali, anche su basi tendenzialmente scure, quali ad esempio il marrone ed il nero. Basi che, a ben guardare, sono comuni soprattutto nei vestiti dalla grana più pesante, come quelli in lana o in velluto.

Altri generi apprezzati

In alcuni casi, le fantasie sono anche cucite in rilievo: un elemento molto apprezzato dalle bambine di tutte le età, che possono così “toccare con mano” i loro personaggi preferiti. I motivi decorativi in rilievo possono però essere anche piccoli e marginali e, tuttavia, dare un tocco decisivo e caratterizzante al vestito. Quelli più diffusi a tal proposito, sono soprattutto fiocchi, fiori e farfalle.

Altro elemento decorativo interessante, e largamente apprezzato dalle bambine, è quello di scritte che arricchiscono o completano la fantasia maestra. Il lettering, spesso volutamente spiritoso, è espresso talvolta in forma di fumetto, attraverso la riproduzione di onomatopee e l’uso dei caratteristici balloon.

Il tulle

Uno dei must have delle collezioni femminili per l’infanzia, è dato dai vestiti con la gonna di tulle. Un altro capo dal sapore romantico, che fa sentire ogni bambina una piccola principessa. In questo caso, la fantasia interessa essenzialmente la parte superiore dell’abito e può essere arricchita da elementi decorativi in rilievo, come i brillantini, che ricalcano i contorni del disegno principale. Brillantini che, non di rado, sono inseriti anche sul tulle: un particolare che, pur restando in sé e per sé quasi impercettibile, risulta molto di effetto nel suo insieme.

Un’altra possibilità è che il tulle sia solo uno strato sovrapposto alla gonna vera e propria. In questo caso, anche la gonna potrà avere stampata al di sopra la sua fantasia (o il proseguimento di quella presente nella parte superiore del vestito). L’unico strato di tulle presente permetterà infatti una piena visibilità di tutti gli elementi grafici o decorativi eventualmente presenti.

I migliori prodotti

Per quanto riguarda i vestiti da bambina con fantasia, segnaliamo tra le altre, le bellissime proposte di BrumsVikita, Sunny FashionDesigual. Si tratta di collezioni davvero molto assortite: le fantasie sono molteplici ed in grado di conquistare le bambine di tutte le età. Le rifiniture sono generalmente di ottima qualità, mentre le cuciture piatte garantiscono il massimo comfort ed una piena libertà di movimento.

I prezzi sono compresi in media tra i 20 ed i 50 euro circa. Si tratta, però, di costi che possono variare anche in maniera significativa, in base alle caratteristiche specifiche del prodotto, alla taglia selezionata ed alla presenza di eventuali accessori in dotazione (come, ad esempio, un cerchietto oppure un altro accessorio da mettere tra i capelli). Sono inoltre prezzi che, per natura, subiscono periodiche modifiche oppure oscillazioni talvolta anche importanti nel corso del tempo.

Per queste motivazioni, consigliamo dunque di riferirsi sempre alle informazioni riportate presso i siti ufficiali dei marchi produttori. Sugli stessi canali, é spesso possibile visionare anche una tabella esplicativa sulla relazione tra misure e taglie corrispondenti. Come anche le indicazioni relative alla vestibilità dell’articolo in questione ed ai filati ivi adoperati.

Laureata in Marketing e Comunicazione, ho avuto diverse esperienze professionali in campo pubblicitario. Amo leggere e scrivere da sempre interessandomi di vari ambiti; in particolare moda, benessere, design e tecnologia. Scrivo anche poesie, alcune delle quali pubblicate in volumi antologici.

Back to top
menu
Abbigliamento Bambini