Quale costume da bambini acquistare per la piscina? Info e articoli

Il costume per la piscina è un articolo tra i più acquistati per il tempo libero dei propri piccoli e non è un caso. Le attività acquatiche, con il nuoto in testa, risultano essere quelle maggiormente selezionate dai genitori. Una scelta che viene lodata anche dagli specialisti del settore pediatrico, dal momento che si tratta di una disciplina sana e adatta per ogni età dello sviluppo infantile. Tanto da non presentare alcuna controindicazione fin dai primissimi mesi di vita. Di conseguenza, é molto comune chiedersi quale sia il modello di costume migliore per il proprio bimbo o la propria bimba.

Nel presente articolo vogliamo fare il punto proprio su questo indumento e fornire una serie di informazioni e consigli utili per muoversi nella scelta in maniera consapevole. Attingendo anche ad una selezione di marche che offrono alcuni tra i prodotti più validi disponibili sul mercato attuale.

I modelli per bambino

Focalizzandosi sui modelli pensati per i maschietti, la scelta principale risulta essere sostanzialmente quella tra:

  • slip
  • short
  • jammer

Il primo è il classico costume a mutandina. Un modello che può essere indicato sicuramente come quello più comodo, poiché in grado di fornire una libertà di movimento pressoché massima. Non è quindi difficile intuire come mai sia il costume generalmente più acquistato dalle mamme per i bimbi più piccoli. Dopo, ovviamente, aver lasciato quello contenitivo della serie usa e getta.

Gli short sono sicuramente il modello più variegato fra i tre e quello che risulta essere anche il più trasversale e diffuso un po’ in tutte le fasce d’età. I costumi a short hanno infatti lunghezze tra loro anche molto differenti e vanno scelti, necessariamente, in base alla statura del bambino. Il più comodo tra essi risulta essere, in linea di massima, quello che arriva a metà coscia. Se il pantaloncino è infatti troppo corto o troppo lungo, può ostacolare il piccolo nei suoi movimenti. A tal proposito, é importante sottolineare che il costume deve sempre calzare a pennello e non risultare in alcun modo costrittivo. Allo stesso tempo, è necessario che esso non sia troppo abbondante. In questo caso vi é infatti il rischio che possa sfilarsi e diventare un intralcio durante le attività acquatiche. Nonché un impaccio per i bimbi più grandi, che avrebbero la tendenza a tirarlo continuamente su.

Il modello denominato jammer è invece il costume a pantaloncino lungo, che arriva quasi fino al ginocchio ma risulta completamente aderente. Quasi come se fosse una seconda pelle. Si tratta, potremmo dire, del vero costume da nuotatore. Tanto è vero che viene scelto soprattutto per i bambini più grandi, che magari praticano già il nuoto anche a livello agonistico.

Fantasie e colorazioni

Le fantasie di costumi da maschietto più gettonate sono senza dubbio quelle legate all’ambiente marino. Le grafiche sono più o meno semplici e colorate, a seconda dell’età per la quale la linea é disegnata. Altro must have per i piccoli ometti sono i personaggi dei cartoni animati. E soprattutto quelli dei supereroi Marvel o Justice League, intramontabili compagni di avventure per i maschietti fino agli 8 anni circa.

Per i più grandicelli la fanno invece da padrone i protagonisti e le grafiche dei videogame più amati, o in alternativa, la tinta unita. Ma non una tinta unita qualsiasi: per i ragazzi le tinte unite più in voga hanno una estrosa veste fluo.

I modelli per bambina

Per le bambine la scelta dei costumi per la piscina è più che mai assortita. Il modello più gettonato per la piscina risulta essere, comunque, quello più classico per questo specifico uso. Vale a dire il costume intero olimpionico, che presenta un foro centrale nella parte della schiena e le spalline incrociate sul retro. Questo design risulta essere peraltro anche il più comodo per le bambine di ogni età. L’unica differenza sostanziale a tal proposito può essere data dalla vestibilità della parte posteriore. Per le bambine grandi si scelgono infatti, di norma, delle collezioni che vedono una maggiore apertura sul retro. Questi modelli hanno la funzione di agevolare al massimo il movimento e permettere di effettuare comodamente stili di nuoto o attività tra loro anche molto diffferenti. Si addicono quindi molto alle bambine che praticano gli sport acquatici anche a livello agonistico.

Un’alternativa molto valida e apprezzata è data dal modello a due pezzi sempre in versione olimpionica, e quindi composto da top a spalline incrociate e slip con taglio standard.

Fantasie e colorazioni

Fermo restando la qualità dei materiali e delle lavorazioni, troviamo una varietà di forme che non ha nulla da invidiare alle linee proposte dalla moda mare donna. Se non fosse per le grafiche, che rimangono prettamente legate al mondo dell’infanzia, e del ventaglio cromatico, sempre piuttosto orientato verso tonalità sgargianti ed accostamenti tra i più vivaci e fantasiosi. Per quanto riguarda le tematiche, anche qui vi è una netta prevalenza dei personaggi legati al bagaglio culturale classico dell’infanzia in rosa, principesse in primis. Una tendenza che, però, resta orientata per un pubblico che non supera quasi mai gli 8 anni anagrafici.

Per le bambine dai 9 anni in su, sono infatti le fantasie geometriche e/o bicolore a prevalere nella maggioranza delle linee. Accostamenti che possono essere sottolineati anche da qualche dettaglio glitter, vezzo intramontabile di tutte le collezioni di indumenti declinate al femminile.

I prodotti migliori

Tra le marche che propongono i migliori assortimenti di costumi da piscina per l’infanzia, possiamo segnalare Arena, Speedo e Disney. Si tratta di collezioni molto fornite e di qualità, in grado di soddisfare le esigenze di praticità e stile sia dei maschietti che delle femminucce. I prezzi di questi prodotti sono compresi generalmente tra i 10 e i 30 euro circa. Si tratta però di un’indicazione generale, dal momento che i costi variano in modo significativo, sia in relazione alle caratteristiche specifiche del costume, che alla taglia selezionata.

Questi prezzi sono inoltre per natura soggetti ad oscillazioni periodiche nel corso del tempo. Per tali ragioni, si raccomanda di verificare sempre il prezzo del prodotto che si desidera acquistare presso i canali ufficiali dei marchi produttori.

Laureata in Marketing e Comunicazione, ho avuto diverse esperienze professionali in campo pubblicitario. Amo leggere e scrivere da sempre interessandomi di vari ambiti; in particolare moda, benessere, design e tecnologia. Scrivo anche poesie, alcune delle quali pubblicate in volumi antologici.

Back to top
menu
Abbigliamento Bambini