Consigli per scegliere un vestito da bambina in base all’occasione: modelli e costi

Come l’universo femminile in generale, le bambine possono contare su un’ampia scelta di abiti, stili e combinazioni per ogni occasione. Tanto che, molte volte, l’acquisto può rivelarsi complesso. Del resto, una variabile importante da considerare é quella dell’età. Ma anche certamente il fatto che, le esigenze relative al tempo libero, non hanno nulla a che fare con quelle che si prospettano dinanzi alla partecipazione ad un evento particolare. Vediamo dunque in che modo potersi orientare nell’acquisto di un capo da bambina in relazione alle circostanze d’impiego.

I criteri generali

Prima di andare al dettaglio delle situazioni, facciamo un breve cenno sulle regole sempre valide nella scelta dell’abbigliamento per l’infanzia. Il pilastro di queste regole è dato dalla comodità: anche le bambine, soprattutto fino ad una certa età, tendono molto a correre e ad arrampicarsi. Motivo per cui è giusto che siano sempre a proprio agio, anche con indumenti canonicamente femminili, come la gonna. Altro imperativo, in un certo senso collegato al precedente, è che il vestiario si adegui alla personalità della piccola che lo indossa, e non il contrario. Perché non tutte le bambine sono uguali ed è inutile scegliere dei capi molto sofisticati per chi, anche se grandicella, é particolarmente attiva e sempre in movimento.

Un’indicazione sempre valida, ma stavolta più centrata sui capi, è data dalla selezione dei tessuti. Per questi è consigliato di affidarsi a cotone, lino e seta nelle stagioni calde o miti. Lana, velluto e cachemire sono invece le fibre da preferire durante l’inverno. 

Per cerimonie ed eventi

Vediamo ora come orientarsi se l’abito da acquistare è per un matrimonio. Se la bimba sarà una damigella, ci si dovrà necessariamente confrontare con gli sposi e scegliere un abito e degli accessori in linea con le loro indicazioni. Infatti, anche se per i piccoli non sono mai previste mise particolarmente impegnative, è buona norma che esse richiamino in qualche modo quelle degli sposi. Altro discorso é se si tratta di un invito ordinario: in questo caso la scelta potrà naturalmente essere libera. Anche perché, per i bambini, non valgono le regole di bon ton previste per l’abbigliamento dei commensali adulti. Come ad esempio, il suggerimento di evitare il bianco: colore che, in un contesto di nozze, spetterebbe esclusivamente alla sposa (salvo se sia diversamente indicato, ed in maniera esplicita, dagli sposi stessi). Una limitazione che non riguarda (e non dovrebbe mai riguardare) i piccoli invitati.

Al punto che in queste occasioni, e per gli eventi speciali in genere, il colore più scelto dalle bambine è proprio il bianco. Seguito dalle tonalità pastello del rosa, del lilla, del verde e del giallo. Sempre tendenzialmente in versione monocolore, senza motivi decorativi che esulano dalla principale linea cromatica. Linea cromatica che sarebbe da seguire anche per la scelta degli accessori e, soprattutto, per gli eventuali elementi di fissaggio e/o di ornamento dell’acconciatura.

Nel periodo invernale

Le cerimonie e gli eventi invernali sono sicuramente più rari. Potrebbe però capitare di dover selezionare un outfit da bambina in questo periodo, ad esempio per una festa o un ricevimento natalizio. In tal caso, le opzioni sono principalmente due. Se si propende per un gusto tradizionale e classico, i colori da abbinare ai relativi tessuti sono sicuramente le calde gradazioni del rosso. Soprattutto nelle intramontabili fantasie a quadri.

Per chi invece ama spaziare verso altre configurazioni stilistiche, il consiglio potrebbe essere quello di selezionare varianti cromatiche differenti, ma comunque molto in voga nella lavorazione dei filati pesanti. Tra esse spiccano senza dubbio il grigio perla, il blu notte ed il verde bosco.

La location

Altro dettaglio importante da considerare è il luogo in cui si svolge la cerimonia. Per le location al chiuso, e soprattutto se si tratta di un ricevimento serale, é bene andare su uno stile vagamente più elegante. Se la bambina è grandicella si potrebbe scegliere anche un abito lungo (sulla falsariga dei modelli da donna), purché risulti comunque comodo, ed abbia dei volumi il più possibile contenuti. Una opzione di maggiore praticità, da considerare soprattutto se si tratta di una bimba piccola, è che l’eleganza venga espressa dai dettagli dell’abito. In che modo? Puntando, ad esempio, su decorazioni semplici ma di sicuro effetto, come inserti in pizzo, brillantini o paillettes.

Per ricevimenti in orari diurni ed in ambienti poco formali, come un parco o una spiaggia, é invece meglio optare per uno stile decisamente meno impegnativo. In tal caso, un abitino corto o a balze risulterebbe già molto grazioso. E sarebbe comunque appropriato al contesto, anche se fosse caratterizzato da diverse colorazioni o da motivi floreali.

Le calzature

Le calzature perfette da abbinare, nelle situazioni più formali, potrebbero essere delle ballerine. Un modello di scarpa che risulta sempre comodo, anche se viene indossato per diverse ore consecutive. E che presenta inoltre il pregio indiscusso di adattarsi pienamente alla morfologia plantare, conferendo la massima libertà di movimento.

Per gli spazi aperti e le ore più calde, può invece risultare pratico avvalersi di un paio di sandali. Per le bimbe più grandi va bene anche un modello dalla suola un po’ rialzata. Per le piccoline é invece probabile preferire una base piatta ed in grado di assecondare, e sostenere al meglio, i vari piegamenti del piede.

E’ inoltre sempre bene verificare che le calzature non abbiano cuciture o elementi in rilievo che possano arrecare fastidio alla pelle.

Marche e prezzi

Per quanto riguarda le collezioni di abbigliamento da bambina cui riferirsi sul web, consigliamo tra le altre le proposte di Desigual, Vikita, Sunny Fashion e NNJXD. Si tratta di collezioni molto assortite e caratterizzate da prodotti adatti a numerose occasioni.

I prezzi sono compresi generalmente tra i 20 ed i 50 euro circa. Possono però variare, anche in modo sensibile, in base alle caratteristiche specifiche del prodotto e ad eventuali accessori presenti in dotazione. Si tratta inoltre di costi che, per natura, subiscono oscillazioni di entità variabile nel corso del tempo. Per tutte queste ragioni, consigliamo di verificare sempre il prezzo dell’articolo che si desidera acquistare presso i canali ufficiali dei marchi produttori.

Laureata in Marketing e Comunicazione, ho avuto diverse esperienze professionali in campo pubblicitario. Amo leggere e scrivere da sempre interessandomi di vari ambiti; in particolare moda, benessere, design e tecnologia. Scrivo anche poesie, alcune delle quali pubblicate in volumi antologici.

Back to top
menu
Abbigliamento Bambini