Cappelli da bambina: migliori prodotti di Luglio 2021, prezzi, recensioni

Un cappello da bambina serve a proteggerla dal sole o dal freddo e dal vento, ma in commercio ce ne sono di così belli che è un piacere sceglierli anche solo per questo.

Tuttavia, nella scelta bisogna prendere in considerazione alcuni aspetti, in modo che l’estetica non prevalga sulla funzionalità e sulla qualità.

In questa guida si parlerà di come scegliere il giusto cappello da bambina e di quali modelli disponibili ci sono in commercio.

Come scegliere un i cappelli da bambina

Quando si tratta di scegliere i cappelli da bambina, si deve guardate prima tutto alla loro funzionalità, che è quella di proteggere la loro testa e il loro viso.

Una volta che avrete ben presenti le caratteristiche che deve avere un cappello da bambina per essere di qualità e per assolvere al meglio al suo compito, potrete concentrarvi anche sull’estetica.

E sì, perché oggigiorno ci sono in commercio cappelli da bambina che sono davvero dei piccoli capolavori e che rendono l’outfit delle vostre piccole davvero “Wow”.

In tal modo, non avrete accanto delle bimbe solo protette e al sicuro dal sole cocente o dal freddo rigido, ma anche vestite alla perfezione.

Non che sia un dovere, intendiamoci. Ad alcuni non interessa lo stile, ma solo che le proprie figlie abbiano testa, viso e orecchie protetti.

Però con le femminucce siamo un po’ tutti tentati di osare con lo stile, ammettiamolo! 🙂

Quali caratteristiche devono avere i cappelli da bambina

Per essere di qualità, i cappelli da bambina devono essere prima di tutto realizzati con materiali e tessuti naturali e traspiranti.

In estate, tassativamente il cotone o il cotone biologico, la tela oppure la paglia.

In inverno, la lana o meglio il misto lana, che è più soffice e non rischia di pungere la pelle delle bambine.

Evitate i cappelli da bambina realizzati con fibre sintetiche, perché non sono traspiranti e non permettono al sudore di evaporare.

Questo può succedere non solo in estate ma anche in inverno, perché i bambini si muovono molto, giocano, corrono, e sudano anche con -5°.

Non scegliete quindi tessuti sintetici come il poliestere e simili. Spenderete qualcosina in più, ma vi assicuro che sono soldi ben spesi.

Un cappello da bambina che non permette al sudore di evaporare, appena tolto il copricapo può provocare un bel raffreddore, nelle migliori delle ipotesi.

E noi genitori sappiamo quanto non sia per niente piacevole avere a che fare con i malanni dei nostri figli e quanta ansia provocano a noi e a loro!

Cappelli per bambina neonata

Passiamo adesso ad analizzare le scelte di cappelli per bambina che abbiamo a disposizione, in base anche alle fasce di età.

Per le bambine neonate, la scelta obbligatoria è la cuffietta, disponibile sia in versione invernale, in misto lana o caldo cotone, oppure estiva, in cotone o cotone biologico, molto più morbido e anallergico.

In alternativa alla cuffietta, in estate potrete scegliere anche una bandana sempre in cotone.

Non lasciatevi tentare da cuffiette con molti fronzoli, quando le bambine sono così piccole.

A quell’età, la prima esigenza da soddisf

are è quella di proteggerle dal sole e dal freddo. Non che successivamente non lo sia, ma ovviamente stiamo parlando di un corpicino e di una pelle che richiedono maggiore cura e attenzioni.

Sì, lo so che ci sono in commercio modelli davvero carini. Prendeteli pure, ma destinateli alle occasioni importanti e usate quelli più funzionali per la quotidianità.

Cappelli per bambine dai 3 anni in su

Quando la bambina cresce e supera i 3 anni, potrete iniziare a sbizzarrirvi un po’ con i modelli più particolari e accattivanti.

Anzi, già da quest’età le bambine si fanno molto coinvolgere nella scelta dei capi di abbigliamento in generale e del cappello in particolare, per cui potreste scegliere il modello insieme a lei.

Attenzione però a proporre voi la scelta tra un modello e un altro, indicando come alternative quelle che corrispondono ai criteri di selezione sopra menzionati.

Le vostre bambine potrebbero scegliere un cappello super fashion ma con tessuti di scarsissima qualità che non farebbero loro bene.

Proponete poi cappelli che pensate possano indossare. Alcune bambine non sopportano berretti troppo pesanti o con fibbie che stringono.

Se acquistate on line e non hanno modo di provare il cappello prima dell’acquisto, andate sul sicuro e optate per modelli che sapete possano essere portati tranquillamente.

Se poi non dovessero andare bene, non temete: avete sempre modo di fare un cambio o un reso, che oggigiorno sono molto facili e nella maggior parte dei casi, gratuiti.

Con bambine di questa età potete variare e scegliere berretti con visiera o meno, cappelli beanie, passamontagna per i climi più rigidi, oppure la bandana o i bellissimi cappellini di paglia per la stagione estiva.

Insomma, potete davvero sbizzarrirvi e abbinarli ai diversi tipi di outfit.

Ottimi e molto alla moda anche i cappelli da pescatore, con una forma “a secchiello” e larghe falde ribassate che coprono anche il viso delle vostre bambine.

Da usare soprattutto quando andate al mare, si abbinano perfettamente ad uno stile balneare.

Sceglieteli del colore e con la fantasia che più preferite o che si abbina al costume o al completino da mare della bambina, perché in commercio ce ne sono davvero per tutti i gusti.

Per finire, se volete dare un tocco retrò all’abbigliamento della bambina, scegliete una cuffietta vintage, che ha la forma delle vecchie cuffie da notte delle nostre nonne.

Spesso ricamate e decorate con fiocchetti, vanno bene per un outfit più romantico o boho, e sono davvero una delizia! 🙂

Come scegliere il colore dei cappelli da bambina

Non solo la scelta del modello dei cappelli da bambina è importante, ma anche il loro colore.

Potete scegliere il colore del cappello procedendo per concordanza o per contrasto.

Nel primo caso, il colore del cappello si deve abbinare con quello degli abiti che indossa la bambina.

Non è un caso, per esempio, che il colore che troverete maggiormente per i cappelli da bambina sia il rosa, perché è molto utilizzato anche per il loro abbigliamento.

In alternativa, potrete anche scegliere un cappello multicolore, in cui sia presente però anche quello che richiama sempre all’abito.

Nel secondo caso, dovete tenere conto della tipologia dei colori che avete a disposizione, ovvero se si tratta di colori caldi o colori freddi.

Tuttavia, è vero che un colore caldo accostato a uno freddo spesso è un accostamento troppo forte.

A volte, però, dà un tocco molto vistoso ma anche piacevole. Pensate per esempio a un abbigliamento Total Pink con l’abbinamento di un cappello blu… Io lo adoro, non so voi!

Se poi abbinate un paio di scarpe dello stesso colore del cappello, potete postare la foto su Instagram e ricevere tanti cuoricini!

Quanto costano i cappelli da bambina

Il prezzo dei cappelli da bambina dipende molto dai materiali e dai tessuti con i quali sono realizzati, nonché dal modello.

Un berretto di lana costa circa intorno alle 10 euro. In commercio li trovate spesso venduti in set con sciarpa o scaldacollo + guanti abbinati.

In questo caso, spenderete intorno ai 20 euro.

Più o meno lo stesso prezzo hanno i cappellini da sole estivi, intorno ai 15-20 euro.

Trovate anche cappelli con prezzi inferiori, ma controllate sempre la qualità dei tessuti, prima di acquistarli.

Adesso che sapete tutto sui cappelli per bambina, siete pronti a fare la scelta di acquisto migliore.

Mamma blogger, scrittrice, ghostwriter e web content writer. Mi divido tra la soddisfazione dei bisogni delle mie piccole pesti e la scrittura. E ancora non ho capito quale delle due attività mi dia più soddisfazione!

https://rominacardia.wordpress.com/

Back to top
menu
Abbigliamento Bambini